SAT Expo

Bando ASI riservato alle PMI

È stato pubblicato  sul sito dell’Agenzia Spaziale Italiana il primo bando per sviluppi tecnologici di materiali, componenti, e sensori riservato alle piccole e medie imprese italiane.

Il bando prevede progetti del valore complessivo di 10 milioni di euro, finanziati al 50% dall’ASI. Il bando rientra in un programma biennale che prevede lo stanziamento complessivo di venti milioni di euro, suddivisi in quattro bandi ciascuno dedicato a una specifica tematica.

Col bando si è dato, secondo l’ ASI, «avvio a una nuova, importante e sistematica attività di promozione della competitività delle PMI nei settori di alta tecnologia nel campo spaziale.Tre sono gli elementi caratterizzanti del programma di bandi :L’essere destinati esclusivamente alle PMI insediate nel territorio nazionale; la periodicità e la proiezione temporale con quattro diversi bandi tematici che si completeranno nell’arco di cinque anni (2009-2013); e il finanziamento pubblico complessivo per un importo di 20 milioni di euro che consentirà di attivare un capitale di rischio da parte delle PMI di pari importo, essendo i bandi co-finanziati al 50 %.

«Il bando – spiega una nota ASI -è finalizzato alla presentazione di progetti nei settori “Materiali, Componenti, Sensori” e prevede un investimento pari a 5 milioni di euro, per la realizzazione di soluzioni tecnologiche innovative che trovino impiego, principalmente, nelle attività spaziali. La validità delle soluzioni proposte dovrà trovare anche evidenza nella predisposizione di business-plan aziendali che comprovino la capacità di intercettare esigenze di mercato che consentano alle PMI di incrementare i loro fatturati. E’ inoltre valorizzata l’attività proposta da imprese spin-off o in fase di start-up.»

Tutte le proposte saranno valutate da una commissione di esperti di livello internazionale.Gli altri tre bandi, che saranno pubblicati con periodicità semestrale, avranno come oggetto le Osservazioni della Terra, la Navigazione e le Applicazioni Integrate, le Telecomunicazioni. Le quattro tematiche complessivamente individuate consentiranno il coinvolgimento della quasi totalità delle PMI italiane del settore spaziale secondo gli specifici ambiti di competenza.

«Una peculiarità dei bandi – sottolinea l’ ASI - è la promozione della capacità di aggregazione delle stesse imprese; obiettivo prioritario dell’ASI è quello di promuovere le capacità cooperative dei sistemi di piccole e medie imprese nazionali, al fine di poter consolidare una offerta qualificata da proiettare sui mercati internazionali anche in accordo con grandi imprese.»

www.dedalonews.it




December 14, 2009 at 11:57 pm